Visualizzazione di 1-12 di 16 risultati

Lo sviluppo della Fisher Space Pen ha richiesto più di un milione di dollari finché nel 1965 Paul Fisher brevettò il primo refill pressurizzato. subito adottato dalla Nasa per le sue missioni spaziali.

Il refill Fisher è unico al mondo di cui e’ garantita la funzionalita’ per circa 100 anni. Gli originali refill pressurizzati Fisher hanno inoltre la caratteristica di durare molto piu’ a lungo di un refill a sfera tradizionale : con essi si puo’ tracciare una linea continua lunga oltre 14 chilometri!

Il principio della pressurizzazione a circa 6,3 Kg per m² ha imposto la creazione di un inchiostro semi solido in grado di ritornare liquido al momento della scrittura. I vantaggi di questo innovativo inchiostro sono molteplici: economicità di consumo(a parità di quantità l’inchiostro Fisher dura fino a 15 volte di più) scrive sott’acqua e a qualsiasi inclinazione (perfino a testa in giù!), aderisce a molteplici superfici, è insensibile alle variazioni di pressione e non gela.